home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
POLITICA LOCALE
AMBIENTE
Precedente  Successivo
 
23/11/2017Comune di Rivalta di Torino
 
 
3.2 MILIONI DI EURO PER OMA E CHIMICA INDUSTRIALE
 
Dal Ministero dell'Ambiente un nuovo finanziamento per riprendere la bonifica
 
In arrivo nuovi fondi per la bonifica di OMA e Chimica Industriale. Il Cipe ha accordato un finanziamento di 3 milioni e 200mila euro per intervenire sulle due ex aree industriali lungo il torrente Sangone per proseguire l'opera di recupero di una delle aree più inquinate del Piemonte. Lo stanziamento è certificato da una nota dell'amministrazione regionale arrivata il 17 novembre. Nelle scorse settimane il Comune di Rivalta ha iniziato con la Regione un intenso e proficuo lavoro per individuare e decidere, in tempi brevi, le modalità di impiego del nuovo finanziamento.

«Si tratta di una piccola goccia, certo, ma è il segno importante della volontà di restituire ai rivaltesi un'area finalmente bonificata e libera da inquinanti» spiega il vicesindaco e assessore all'Ambiente Sergio Muro. «Ora bisogna valutare quale tra sia l'intervento più urgente, una valutazione da fare in accordo con Arpa e Regione. Il cammino è ancora lungo ma l'importante è proseguire e procedere con costanza, senza altre interruzioni».

L'intervento sarà individuato partendo dal progetto generale di bonifica approvato nel 2015 il cui costo complessivo supera i 43 milioni di euro. La prossima tappa è la firma dell'Accordo di Programma con il Ministero per poi partire, nel 2018, con la progettazione delle opere e l'avvio dei primi lavori.

Oma e Chimica Industriale | La storia della OMA e della Chimica Industriale dura da oltre 50 anni. Era il 1964 quando l'allora Sindaco di Rivalta autorizzò la OMA e la Chimica Industriale (allora denominate CIBE) a recuperare, rigenerare e incenerire oli lubrificanti e solventi. Sempre in quegli anni la stessa Amministrazione affittò alla OMA un terreno a ridosso del torrente Sangone di circa 40.000mq, nel quale vennero depositate tra il 1964 e il 1974 circa 25.000-30.000 mc di morchie oleose prodotte dall'impianto, mentre la quantità di terreno compromesso mescolato ad esse risulta essere di circa 50.000mc.
L'attività delle due aziende continuò fino al 2002 e la loro chiusura, con relativo fallimento, arrivò solo dopo una dura battaglia legale tra l'Amministrazione Comunale e le proprietà dei due impianti. Da allora è iniziata una delle operazioni di bonifica più importanti della nostra Regione, tutta a carico del pubblico. Tra il 2003 e il 2004 furono assegnati all'Amministrazione circa 11 milioni di euro grazie ai quali furono correttamente smaltiti circa 9 milioni di litri di rifiuti pericolosi contenuti in 225 serbatoi e in più di 3.000 fusti; furono rimosse e smaltite oltre 3mila kg di morchie oleose, melme e altri rifiuti presenti nella discarica e si realizzò la caratterizzazione completa dell'intera area coinvolta, circa 3,5 km quadrati, circa il 15% dell'intero territorio rivaltese.
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

13
dicembre
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login