home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
ARTE E CULTURA Precedente  Successivo
 
03/06/2010Comune di Bra
 
 
SULL'ATTENTI... ESPOSTI A BRA I SOLDATINI DI EDOARDO MOSCA
 
Donati dai figli dello studioso al museo di palazzo Traversa
 
I soldatini realizzati dal professor Edoardo Mosca, insieme a un dipinto ad olio su tela di autore ignoto di fine diciottesimo secolo che raffigura un'allegoria della pittura, sono stati concessi in comodato d’uso gratuito al museo civico di palazzo Traversa di Bra. Gli eredi del compianto studioso, al quale è stata intitolata anche la sezione archeologica del museo, i figli Beppe e Marisa hanno messo a disposizione dell'amministrazione comunale una buona parte di ciò che trovava posto nel suo studio: la maggior parte dei libri, compresi i testi inerenti l’uniformologia, sono andati alla biblioteca civica, mentre la collezione di novantatre soldatini sarà esposta nelle sale della struttura di via Parpera.
La collezione Mosca, che sarà consegnata ufficialmente con una breve cerimonia sabato 12 giugno 2010 a partire dalle ore 17 nelle sale di palazzo Traversa, sarà presentata al pubblico con una mostra aperta sino a settembre al piano nobile del museo. Nelle tre vetrine del salone centrale è esposta una significativa selezione dei pezzi secondo alcune tematiche individuate nei filoni che compongono la collezione, in modo da facilitarne la lettura e la comprensione da parte del visitatore (la costruzione del soldatino nelle diverse epoche, le bande militari, Napoleone ed il suo esercito, l’esercito sabaudo e quello italiano). I figurini storici sono ospitati in una delle salette adiacenti all’interno di una teca già in uso nell’allestimento delle raccolte storiche presso il Museo Craveri ed appositamente restaurata ed attrezzata (grazie all’opera di un volontario, che si è prestato anche per il resto dell’allestimento).
I soldatini sono stati realizzati negli anni tra il 1965 e il 1969 su disegni di Edoardo Mosca dal vetrario di Altare (Sv) Amanzio Bormioli. I figurini venivano costruiti su anima di filo di ferro con il “Das”, “vestiti” di tessuto e poi dipinti seguendo le precise indicazioni di Mosca. L’intento era quello di discostarsi dagli altri prodotti sul mercato, anche facendo in modo che i lineamenti si differenziassero per ciascun soggetto, al punto che un’ombra di barba scura doveva caratterizzare i visi della truppa, mentre gli ufficiali presentavano guance rasate e parrucche incipriate. La scelta dei soggetti era caduta sugli eserciti del diciottesimo secolo e sulle truppe con le uniformi del ducato di Savoia e poi del Regno di Sardegna, sulla base della considerazione che nell’epoca prescelta lo stato sabaudo aveva dovuto sostenere ben quattro guerre ed un gran numero di importanti battaglie.
Oltre ai manufatti eseguiti da Bormioli, la collezione si compone di soldatini diversi per epoca e materiale, singoli o incollati in gruppi su apposite basi, sfusi o contenuti in quattro vetrinette pensili. Sono stati inoltre consegnati al museo alcuni diorami con ricostruzioni di scene a carattere storico e ambientazioni di battaglie
Come precisato dalla direttrice del museo di palazzo Traversa, l'architetto Giovanna Cravero: “Lo stesso Mosca aveva provveduto a redigere un inventario manoscritto dei pezzi, che è stato verificato e trascritto in forma digitale a cura del museo civico di palazzo Traversa. Qui si è provveduto inoltre a fotografare i soldatini fronte/retro, singolarmente o per gruppi omogenei (ad esempio la banda musicale), contrassegnandoli con un talloncino riportante il numero d’inventario per facilitarne l’identificazione. Un nucleo a sé è costituito da un nutrito gruppo di statuine di piombo raffiguranti personaggi riconducibili alla storia locale. Si parte da un rappresentate della tribù dei Ligures (che abitarono in età preistorica il nostro territorio) per incontrare poi Alarico e quindi personaggi del medioevo e dei secoli successivi sino a giungere all’epoca moderna”.
La consulenza tecnica per la selezione dei soldatini da collocare nelle delle vetrine è stata gentilmente offerta da Ivo Preda, cultore appassionato della materia ed egli stesso artefice di creazioni del genere, nonché animatore del concorso di modellismo, che avrà luogo a Bra presso il movicentro dall'undici al tredici giugno, dal titolo “Au petit soldat”. (rg)



info: Città di Bra – Museo di Palazzo Traversa
tel. 0172.423880 – traversa@comune.bra.cn.it
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

25
febbraio
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login