home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ Precedente  Successivo
 
16/05/2012Comune di Alba
 
 
SEQUESTRATI DA CARABINIERI E GUARDIA DI FINANZA ALBA 3 CENTRI ESTETICI CINESI
 
INVECE DEI MASSAGGI ORIENTALI VEIVANO PRATICATI SOLO ATTI SESSUALI A PAGAMENTO
 
E’ stata denominata OPERAZIONE “HAPPY ENDING” (dall’inglese “lieto fine”) quella scattata ad ALBA con cui Carabinieri e Guardia di Finanza hanno sequestrato, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, 3 centri massaggi vere e proprie “case di prostituzione”. Erano stati aperti quasi contemporaneamente ad ALBA infatti, poco più di un anno fa, 3 centri estetici gestiti da cinesi in vari punti della città (“CENTRO MASSAGGI ELENA” di corso Langhe, “CENTRO MASSAGGI CINESI” di via Galimberti e “CENTRO BENESSERE” di corso Canale) ed erano aperti al pubblico dalle 10 del mattino sino alla mezzanotte. Le attività, molto pubblicizzate sia su radio che giornali locali con particolare riferimento alla pratica del cosiddetto “massaggio romantico orientale” da 60,00/80,00 euro, erano tutte ubicate al pian terreno di stabili signorili in ambienti moderni e con stanze singole dove sedicenti massaggiatrici cinesi accoglievano i clienti. L’avvio improvviso e con cospicui investimenti economici dei centri estetici aveva però insospettito i Carabinieri della Compagnia di ALBA ed i militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza che, a partire da giugno 2011, avevano iniziato le indagini. In realtà, come è poi emerso, i centri estetici altro non erano che vere e proprie “case d’appuntamento” dove ai clienti venivano fornite, quasi esclusivamente, prestazioni sessuali a pagamento e non massaggi orientali come ampiamente pubblicizzato sui mass media. Sono stati eseguiti appostamenti all’esterno dei centri estetici ed è stata raccolta la deposizione di oltre 20 clienti italiani (perlopiù uomini di mezz’età di ogni ceto sociale di ALBA, ASTI e BRA) che ammettevano di aver fatto sesso a pagamento con ragazze cinesi all’interno dei privè. Nel tempo, come è emerso anche dalle intercettazioni telefoniche ed ambientali svolte, si sono alternate nei centri estetici una dozzina di ragazze cinesi, false massaggiatrici che si prostituivano, 2 delle quali anche senza permesso di soggiorno. Nei confronti di 6 commercianti cinesi incensurati (5 donne ed un uomo residenti a MILANO, MANTOVA ed ALBA) è scattata l’accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, per 2 di loro anche quella di assunzione irregolare di manodopera straniera perché alcune dipendenti erano clandestine senza permesso di soggiorno. Le 2 titolari del “CENTRO BENESSERE” di corso Canale dovranno rispondere inoltre dei reati di falsità ideologica ed uso di atto falso perché, come hanno accertato i Carabinieri del N.A.S. di ALESSANDRIA, avevano avviato l’attività del centro estetico e facevano le estetiste avendo esibito in comune per il rilascio della licenza diplomi conseguiti presso una scuola di formazione professionale di PALERMO risultati falsi. Sono state elevate dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di CUNEO multe pari a 7mila euro a carico dei titolari dei centri estetici cinesi perché vi erano numerose lavoratrici “in nero”. La Guardia di Finanza di ALBA ha avviato approfondimenti di natura tributaria sui centri estetici in quanto ai clienti non veniva rilasciato lo scontrino fiscale e si ritiene che vi sia una forte evasione fiscale delle attività commerciali ora sottoposte a sequestro. Nei giorni scorsi - su richiesta del Procuratore Capo di ALBA Dottor Domenico MANZIONE e del Sostituto Procuratore Dott.ssa Elisa PAZE’ - il G.I.P. del Tribunale di ALBA ha disposto il sequestro preventivo dei centri estetici cinesi e sono stati apposti i sigilli ai locali. Al loro interno è stata sequestrata documentazione contabile e bancaria utile per meglio delineare il volume d’affari legato al sesso a pagamento. I Carabinieri hanno informato anche il Sindaco di ALBA che ora revocherà le licenze di esercizio essendo stato accertato il favoreggiamento della prostituzione. 
 

Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3
Allegato 4

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

12
aprile
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login