home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
SPETTACOLI - MUSICA Precedente  Successivo
 
19/04/2012Piemonte Movie
 
Dal 27 al 30 aprile 2012 lungo le sponde del Po a Torino, 10 diverse location ospiteranno più di 100 artisti per 50 concerti
 
FRINGE SEZIONE DEL TORINO JAZZ FESTIVAL
 
La sezione FRINGE, curata da Furio Di Castri, propone dal 27 al 30 aprile un viaggio musicale ai confini del jazz, in quell'anima meticcia di contaminazione e improvvisazione che fa del jazz la “musica delle musiche”.
 


Le 4 lunghe notti FRINGE - dall'inglese bordo, confine, sponda - offriranno un'intensa programmazione che ci accompagnerà dall'imbrunire fino a tarda notte in un vorticoso e continuo flusso di beat: circa 50 concerti dove lo swing, il mainstream, l'avanguardia e il soul si mescoleranno con il rock, l'elettronica e la musica del mondo nell'ampia e suggestiva cornice delle sponde del Po, a stretto contatto con il pubblico eterogeneo e in movimento delle notti torinesi.
Ispirato alla migliore tradizione “off” dei grandi festival internazionali, il FRINGE accoglierà le performance di musicisti torinesi, italiani ed europei che suoneranno in ensemble originali in continuità con il calendario del mainstage di piazza Castello e gli altri appuntamenti del Torino Jazz Festival.
10 diverse location dai Murazzi al Parco del Valentino - locali, club, circoli di canottaggio, spazi teatrali, chiatte galleggianti - ospiteranno Perico Sambeat, George Robert, Mark Nightingale, Lamia Badioui, Dado Moroni e la ricchezza della scena musicale della città rappresentata da più di 70 musicisti torinesi. Solisti, ensemble, progetti originali, orchestre e djset tracceranno un percorso suggestivo nel jazz contemporaneo attraverso la rilettura della musica di Miles Davis, dei Led Zeppelin, dei Beatles o di Frank Zappa. E a testimoniare la grande commistione d'arti che vive da sempre sotto la parola “jazz”, i musicisti condivideranno spazi e progetti con artisti di teatro e di danza - come Valter Malosti, Michele Di Mauro e Giorgio Rossi - in incontri dove la musica si modellerà su performance e poesie.
“Sono felice dell'entusiasmo con cui gli esercenti di numerosi locali pubblici hanno accolto questa prima edizione del Torino Jazz Festival - dichiara l'assessore Maurizio Braccialarghe - ospitando nella loro programmazione numerosi concerti e spettacoli della kermesse. È la dimostrazione di come le iniziative organizzate dal Comune, grazie alla disponibilità del mondo imprenditoriale privato, possano arricchire in modo unico la vita culturale della città. L'interessante cartellone del Fringe, nei locali sulle sponde del Po, dai Murazzi al Valentino, sarà l'occasione per presentare un volto nuovo di Torino, dando anche la possibilità ai talenti torinesi di esprimersi di fronte alla vasta platea del festival”.

“Il Jazz è nato come musica di strada ed è cresciuto in locali piccoli e fumosi dove musicisti e pubblico hanno vissuto in totale compenetrazione - racconta il curatore artistico Furio Di Castri -. Fin dagli inizi, i grandi musicisti di ragtime, blues, vaudeville, gospel e swing si sono mescolati con i più giovani e più moderni: nel Jazz il vecchio e il nuovo hanno sempre convissuto e tratto ispirazione uno dall'altro. Il Jazz è una forma d'arte che si muove orizzontalmente, indipendentemente dalle differenze di cultura, di stile o di linguaggio, è cinema, teatro, danza, pittura, poesia e scrittura. Mettersi in discussione, conoscere e sperimentare sono sempre stati la sua linfa vitale. Condivisione, tradizione, innovazione e curiosità. La storia di questa musica è quella di un gigantesco laboratorio artistico in continua evoluzione. E il FRINGE è concepito proprio per ritrovare queste radici - quelle dell'improvvisazione, dell'invenzione scenica e della contaminazione dei linguaggi - condividendo suoni, idee e il piacere di ‘giocare' (non a caso in inglese per ‘suonare' e ‘giocare' si utilizza lo stesso verbo: ‘to play'). Il FRINGE vuole essere un'avventura musicale, un laboratorio artistico ‘en plein air' aperto al passato e proiettato al futuro”.


Il programma FRINGE si struttura in due momenti: la “Sera Fringe” e la “Notte Fringe”. Tutti i giorni alle 19.00 la “Sera Fringe” proporrà un preludio musicale tra via Po e il Parco del Valentino che proseguirà con diversi appuntamenti in riva al fiume fino alle 22.45 quando, da una chiatta sul Po di fronte al Circolo Canottieri Esperia, si aprirà la “Notte Fringe” con un richiamo musicale che darà simbolicamente il via alle proposte notturne ai Murazzi.
Tutti gli appuntamenti in programma al FRINGE sono ad ingresso gratuito ad eccezione degli spettacoli teatrali (6.00 euro a biglietto), delle cene su prenotazione e degli Special Events.

I “locali FRINGE”:

Acua Club (Murazzi del Po, 31-33)
Alcatraz Club (Murazzi del Po, 37)
Blah Blah (via Po, 21)
CAP 10100 (c.so Moncalieri, 18)
Circolo Canottieri Esperia Torino (c.so Moncalieri, 2)
Fluido (viale Umberto Cagni, 7)
Giancarlo (Murazzi del Po, 49)
Imbarchino (viale Umberto Cagni, 37)
Magazzino sul Po (Murazzi del Po, 14/16)
Puddhu Bar (Murazzi del Po, 21)

Per informazioni: www.torinojazzfestival.it
 

Allegato 1
Vai all'evento

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

18
aprile
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login