home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
SPETTACOLI - TEATRO Precedente  Successivo
 
11/03/2012L'interezza non è il mio forte
 
L'Interezza non è il mio forte presenta L'anima buona del Sezuan
 
L'ANIMA BUONA DEL SEZUAN
 
di Bertold Brecht
 
L'Interezza non è il mio forte presenta

L'anima buona del Sezuan
di Bertold Brecht
16 e 17 marzo
ore 21
Teatro Araldo
Via Chiomonte 3
Torino
Ingresso 10 euro


Possibile che il mondo sia ridotto tanto male?
Che gli uomini si sfruttino l'un l'altro,
e decadenza e miseria regnino sovrane?
Come si può essere buoni se tutto è così caro?
Deve cambiare l'uomo? o il mondo va rifatto?
Ci vogliono altri dei? o nessun dio affatto?



In una regione logorata dalla crisi economica, in un futuro verosimile di privatizzazioni e solitudine competitiva, la prostituta Shen-Te, ricevuto un dono inaspettato, si adopera per costruire una vita migliore per sè e per chi le sta intorno.
Ma nel suo essere buona si scontra con gli altrui egoismi, con le continue macchinazioni di chi tenta di approfittare della sua generosità o del suo amore per sottrarsi alla miseria.
Per scansare la disfatta completa, la donna sarà costretta a far emergere la parte nera della sua anima, quella cattiveria e quell'egoismo che le sembrano indispensabili a ristabilire l'ordine, ma in cui fatica a riconoscersi ed identificarsi.
Anima buona e anima cattiva non riescono ad integrarsi nella personalità di Shen-Te e la conducono, in un crescendo di equivoci, macchinazioni e travestimenti, ad una scissione lacerante. Neppure il cinismo più spietato pare essere sufficiente, da solo, a migliorare le cose.

Dall'opera di Bertold Brecht, una parabola drammaticamente attuale, di grande impatto civile. Un testo dal ritmo vorticoso, brillante, illuminato da intensi squarci poetici. Un'ambientazione fiabesca, nella quale però si manifestano eventi e conflitti etico-sociali che assomigliano in modo impressionante alla nostra realtà, scossa dalle trasformazioni causate dalla crisi economica mondiale.

In una società dove egoismo e competitività sono valori assoluti, dove televisione e mass media si adoperano con tutti i mezzi per dividere ed isolare, dove non basta più essere buoni per cambiare le cose, l'uomo contemporaneo si trova a confrontarsi con alcuni grandi interrogativi morali.
E' possibile cambiare questo stato di cose? Lo si può fare anche se si è soli? Si può lottare contro l'ingiustizia rimanendo buoni? O occorre indossare la maschera della cattiveria per bandire una volta per tutte la cattiveria dal mondo?

Nessuna risposta precofenzionata, nessuna facile soluzione. Bontà e cattiveria, bianco e nero, si mischiano e si confondono scomponendo le poche certezze rimaste, destrutturando retoriche classificazioni. Non c'è un nemico contro cui scagliarsi, nell'opera di Brecht, nè un capro espiatorio per i mali del mondo.
Un'unica certezza: il destino, così come il finale di una storia, è nelle mani degli uomini, non fuori dagli uomini, e non solo nelle mani degli uomini buoni.

L'uomo solo, diviso tra bene e male, sarà sempre inerme e schiacciato, destinato a vedere le ingiustizie della vita come se esistessero solo nel piccolo schermo della televisione.
Occorre un mondo in cui sia possibile essere se stessi, esserlo pienamente, con gli altri e non contro di loro.
Occorre intervenire, con urgenza, per dare un finale migliore alla nostra storia.

Dal 2003 ad oggi, L'interezza non è il mio forte (http://www.interezza.it) ha messo in scena circa 40 titoli, raggruppati in progetti spettacolo diversi per tipologia e contenuto, dal femminile politico e sociale alle storia dei NoTav, dallo sguardo tagliente di Gaber a quello poetico irriverente di De Andrè, dai racconti della Diaz al G8 di Genova alle guasconerie cialtrone dei saltimbanchi che parlano di globalizzazione.
Il teatro è arte sociale, civile, quella forma d'arte che si occupa e si preoccupa delle questioni degli uomini, portando sul palcoscenico frammenti di storia collettiva così come interrogativi attuali e quotidiani, non solo per raccontare fatti, ma per far riflettere nella direzione dell'impegno civile. Il teatro è per Interezza teatro civile.
 

Allegato 1
Vai all'evento

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

19
giugno
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login