home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
ARTE E CULTURA - MOSTRE Precedente  Successivo
 
22/11/2011Adriana Cesarò - Giornalista
 
 
LEONARDO. IL GENIO, IL MITO - ALLA REGGIA DI VENARIA
 
 


Dal 17 novembre fino al 29 gennaio 2012, le opere di “Leonardo. Il genio, il mito”, grande Maestro italiano di tutti i tempi, saranno a disposizione del pubblico, presso le Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria. Un viaggio intenso e magico nella cultura e nelle opere
di Leonardo, dove si potrà finalmente ammirare l'Autoritratto di Leonardo da Vinci, che è stato custodito per lungo tempo nei caveau della Biblioteca Reale di Torino.
Il volto di Leonardo, proiettato a grandi immagini sulle pareti della Galleria, è il filo conduttore che accompagna il visitatore nel percorso iniziale della mostra mondiale.
“Esplorando il volto di Leonardo” di Piero Angela, invita ad una lunga sosta per seguire l'interessante video di circa sessanta minuti, dedicata all'esplorazione dell'autoritratto di Leonardo per scoprire come poteva essere il suo volto da giovane. L'idea è di tentare di ringiovanire il volto, partendo dagli elementi principali dei tratti come: gli occhi, le sopracciglia, il naso, la bocca le guance e la fronte. Sono stati utilizzate le tecniche di ringiovanimento adottati dai R.I.S. con il supporto di un chirurgo estetico. Piero Angela insieme al grafico Giovanni Stillitano, hanno applicato al volto di Leonardo le stesse tecniche usate nel ringiovanimento dei visi. Il percorso continua in una camera oscura che ospita, tra altre opere importanti, il “Ritratto di fanciulla”, presunto studio per il volto dell'angelo della “Vergine delle Rocce” che Bernard Berenson ha definito come “iI più bel disegno del mondo”. Alcune opere esposte provengono da Windsor e dalle gallerie dell'Accademia di Venezia e la Pinacoteca Ambrosiana di Milano.
L'itinerario continua e presenta, l'opera grafica del Maestro attraverso vari temi: l'anatomia umana, il volto, lo studio dei cavalli, le macchine da guerra. Un percorso ricco di sorprese il Genio e i disegni degli allievi regala la biografia di Leonardo scritta in latino attorno al 1520 ma pubblicata nel 1796. Paolo Giovio, ricorda che il Maestro “ Morì in Francia a sessantasette anni, dolendosi che tra i giovani che affollavano la sua bottega, non vi fosse nessun discepolo di gran fama”. Bottega di Verrocchio (Firenze 1437 - Venezia 1488) Testa di giovane: Studio di angelo per il “Battesimo di Cristo” del Verrocchio.
Si prosegue con “Il volto di Leonardo nelle testimonianze letterarie e figurative tra realtà e mito”. Le più antiche testimonianze letterarie ci tramandano Leonardo quale uomo affabile, brillante, generoso e dal volto straordinariamente bello (Paolo Giovio). Il dipinto di Giovan Ambrosio Figino, (Milano 1553-1608), esposto per la prima volta al pubblico, raffigura Eraclito e Democrito, 1570 circa, olio su tavola di quercia o noce. Collezione privata. Giovanni Domenico Campiglia (Lucca 1692-ROMA 1768) “Ritratto di Leonardo” del 1754 acquaforte Museo Fiorentino.
Incredibilmente bella la sezione “Il mito di Leonardo nell'arte contemporanea” che si apre con l'Uomo Vitruviano” proposto da Mario Ceroli e con il celebre omaggio di Marcel Duchamp della Gioconda con i baffi; “l'envers dela peinture”, seguono molte opere sul tema dell'Ultima Cena con la ripresa dovuta ad Andy Warhol, ma anche di tanti altri protagonisti dell'arte del 900 come Spoerri, Nitsch, Recalcati, fino a David LaChapelle con “Last Supper” e al suo emulo Stefano Cantaroni.
Il percorso della mostra si chiude con un'enorme proiezione digitale, sulla parete della Galleria dell'Ultima Cena di Leonardo. Questo spazio multimediale, consente al visitatore di analizzare nel dettaglio, i particolari delle fisionomie e delle espressioni del capolavoro del Maestro.
Abbinata alla mostra di Leonardo. Il genio, il mito è presente anche la mostra “L'Oro Invisibile”, curata dallo scrittore Arnaldo Colasanti e realizzata da Giulio Manfredi, creativo e designer di fama internazionale. Giulio Manfredi attraverso le 12+1 sculture in pietre preziose dedicate al Cenacolo di Leonardo, cerca di svelare e rappresentare il carisma spirituale di ciascuno dei dodici apostoli, i segreti dell'opera leonardesca. I gioielli, nati presso l'Atelier Manfredi a Milano, sono esposti in un'installazione scenografica che riprende i colori, il movimento, la composizione dell'Ultima Cena.
La visita preventiva delle istituzioni e della stampa, ha regalato un finale legato al buongusto e alla bontà con il catering di HB La Bettola e il Main partner Lavazza.
L'organizzazione dell'evento rappresenta il culmine delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, che hanno avuto il loro cuore a Torino e in Piemonte con Esperienza Italia con il più grande protagonista. Leonardo.
LEONARDO. IL GENIO, IL MITO
Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria, Torino (Italy)
17 novembre 2011 – 29 gennaio 2012
La Venaria Reale
tel.: +39 011 4992300 - www.lavenariareale.it
comunicazione@lavenariareale.it

Adriana Cesarò
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



EVENTI


agenda eventi

24
aprile
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login