home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
AMBIENTE Precedente  Successivo
 
20/09/2011TERME DI BOGNANCO
 
 
L'ACQUA PIU' RICCA DI MAGNESIO - 356 MG/L
 
 
Sgorga alle Terme di Bognanco, Verbania - Piemonte, l’acqua più ricca di magnesio d’Italia. Con il suo elevato contenuto (356 mg/L), la fonte San Lorenzo è un autentico miracolo della natura: alcalina, ricca di sali minerali, bicarbonato-solfato-terrosa, ferruginosa ed effervescente naturale. E’ rinomata per le sue proprietà terapeutiche che trovano utilizzo nelle cure idropiniche, nel mondo dell’idrocolonterapia, dell’oncologia e nello sport. Attualmente la si trova imbottigliata con i marchi Melenos Aquapower for Sports o Lindos per tutto il settore medico. Il magnesio è responsabile di molti processi metabolici essenziali e partecipa a circa 300 reazioni enzimatiche. In particolare combatte la cellulite, il diabete, l’osteoporosi, la pressione arteriosa, lo stress e la depressione, l’affaticamento, i crampi e l’acido lattico, aiuta nei periodi premestruali e soprattutto chi fa attività fisica. All'interno dell'organismo è indispensabile per il corretto funzionamento delle cellule nervose, la trasmissione degli stimoli elettrici, e la produzione di energia. Contrastando l’effetto stimolante del calcio, il magnesio svolge un ruolo importante per le contrazioni neuromuscolari ed è dunque utile nei crampi e nella tensione muscolare di origine nervosa. Ha una buona azione come modulatore dell’umore e favorisce il miglioramento della sensibilità all’insulina, potendo così intervenire nella terapia di patologie come il diabete e le malattie cardiovascolari. È importante per la formazione di ossa e denti. Stimola l’assorbimento e il metabolismo di altri minerali, quali il calcio, il fosforo, il sodio e il potassio e migliora l’utilizzo delle vitamine del complesso B e le vitamine C ed E. Il magnesio è presente in molti prodotti alimentari, ma la cottura ne riduce la disponibilità fino al 75% e, per questa ragione, oggi si parla di costante carenza di magnesio (vedi tabella a fondo pagina) e delle relative conseguenze. Ecco perché le acque minerali magnesiache hanno un ruolo fondamentale per la nostra salute. Ma iniziamo dalla storia delle Terme di Bognanco ed alcune curiosità. Tutto ebbe inizio nel 1863, due anni dopo l’unità d’Italia, quando una giovane pastorella bevendo casualmente da una sorgente scambiò l'acqua per acquavite tanto era il suo “pizzicore”. In breve tempo le Terme di Bognanco divennero una stazione di cura termale e climatica tra le più rinomate d’Italia. Nei primi decenni del novecento è documentato che a Montecitorio i nostri parlamentari bevevano l’acqua della fonte Ausonia. Nel 1928 l'acqua di Bognanco fu la prima in Italia ad essere imbottigliata con procedimento completamente automatizzato, con le licenze nr. 5 e 6 dell’allora Regno d’Italia. Negli anni trenta l’acqua Ausonia varcava l’oceano Atlantico per approdare negli Stati Uniti d’America. A cavallo tra due guerre il direttore sanitario era Carlo Angela, rispettivamente papà e nonno di Piero ed Alberto Angela. Al prof. Angela si deve la codifica della Cura idropinica di Bognanco. Ancora oggi restano immutate le proprietà ed i benefici terapeutici delle tre fonti che hanno fatto la storia delle terme italiane: San Lorenzo, Ausonia e Gaudenziana. Torniamo adesso alla fonte San Lorenzo “la sorgente di magnesio”: è l'acqua fondamentale per la Cura idropinica di Bognanco, convenzionata con l'ASL. A differenza di altre acque minerali con proprietà curative analoghe, la San Lorenzo è gradevole al gusto, è fresca ed effervescente naturale, grazie all’abbondanza di bicarbonato che genera anidride carbonica libera. Le sue proprietà diuretiche (e talvolta lassative) non sono che gli effetti manifesti di assai più complesse e benefiche attività farmacologiche. Non determina fenomeni di intolleranza salvo che non si trasgredisca alle prescrizioni dei medici delle Terme di Bognanco. INDICAZIONI: Malattie dello stomaco, duodeno, fegato e vie biliari, intestino tenue e crasso, idrocolonterapia. Particolarmente indicata per il recupero di sali minerali, è consigliata agli sportivi, a chi fa attività fisica ed alle donne. I medici delle terme stabiliscono la posologia della cura specificando quale deve essere la dose da ingerire, quali gli intervalli tra un bicchiere e l'altro, quale il regime dietetico da integrare con il trattamento idrominerale, a seconda della forma morbosa o disturbo in atto, nonché alle condizioni singole concomitanti (funzionalità cardiaca, circolatoria, renale, epatica, ecc.) sempre diverse caso per caso. Conservando inalterate le sue proprietà anche in bottiglia (con i marchi Melenos Aquapower for Sports o Lindos per tutto il settore medico) è possibile consumare l’acqua della fonte San Lorenzo anche fuori stagione, a casa propria, lontano dalle Terme di Bognanco.
Guarda il video: http://www.vcoazzurranews.tv/index.php?option=com_hwdvideoshare&task=viewvideo&Itemid=669&video_id=867
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

16
agosto
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login