home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
POLITICA LOCALE Precedente  Successivo
 
20/06/2011Provincia Verbano Cusio Ossola
 
 
ESTENSIONE DELL'ACCESSO AL CREDITO A CONDIZIONI FAVOREVOLI PER I FORNITORI DELLA PROVINCIA.
 
Oltre che per le spese in conto capitale anticipo delle fatture e della cessione pro-soluto anche per le spese correnti
 
Lo scorso ottobre è stata sottoscritta tra la Provincia del Verbano Cusio Ossola, il Gruppo Veneto Banca – Banca Popolare di Intra e la Banca Popolare di Novara la convenzione grazie alla quale le ditte fornitrici di opere e servizi all’Ente Provinciale, in particolare in materia di manutenzione straordinaria delle strade e di edilizia scolastica, hanno ottenuto anticipi sui crediti a condizioni agevolate.

L’Amministrazione Provinciale, approvando e rendendo operativa la suddetta convenzione per le spese in conto capitale (ovvero quelle relative agli investimenti e dalla maggiore esposizione finanziaria), ha da subito manifestato l’intenzione di estendere questa opportunità ad altre rilevanti voci di spesa.

Con la delibera approvata dalla Giunta lo scorso 25 maggio, l’Amministrazione Provinciale ha raccolto la disponibilità di Veneto Banca e della Banca Popolare di Novara, istituti di credito del territorio capofila in questa iniziativa intesa come misura a sostegno delle imprese e ha approvato l’integrazione della precedente convenzione allargando la facoltà di concessione delle anticipazioni di credito agevolate anche alle ditte fornitrici di beni e servizi, nonché a lavori rientranti però nella categoria delle spese correnti (quelle riferite al funzionamento dei pubblici servizi).

Le modalità operative sono rimaste identiche, per potersi avvalere di questa opportunità, volta a limitare gli effetti del patto di stabilità quando questo si ripercuote negativamente sul grado di tenuta ‘contabile’ delle imprese (in particolare artigiane). Le ditte interessate devono chiedere al Servizio Finanziario della Provincia il rilascio di idonea certificazione volta a dichiarare che il credito vantato è certo, liquido ed esigibile. Con il rilascio di questo documento potranno avanzare alle banche la richiesta di cessione del credito per importi superiori ai 40 mila euro. Per cifre inferiori, si può procedere con l’anticipazione su fattura secondo la consueta pratica commerciale: con le banche al momento convenzionate a condizioni più favorevoli rispetto a quelle normalmente applicate.

“Ringraziamo nuovamente la Banca Popolare di Novara e Veneto Banca per aver aderito per prime a questa iniziativa intesa come strumento per agevolare la liquidità di ditte, anche molte della zona, che devono far fronte a un periodo per tutti difficile. La decisione di procedere con l’estensione di questa possibilità di accesso al credito è stata rafforzata dal riscontro che abbiamo avuto nel suo utilizzo. In questi mesi vi è stato un ricorso significativo a questa opportunità che si traduce in un sostegno alla sostenibilità contabile delle ditte fornitrici” dichiara il Vicepresidente e Assessore alle Attività Produttive Paolo Marchioni.

“La Banca Popolare di Novara e la Banca Popolare di Intra – affermano  il Condirettore Generale Vicario Alberto Mauro e il Direttore Territoriale di Veneto Banca Dario Accetta – hanno risposto prontamente e in modo convinto all’invito dell’Amministrazione provinciale del VCO ad ampliare la convenzione che garantisce condizioni agevolate per l’accesso al credito delle proprie ditte fornitrici, nella certezza che in questa fase economica sia fondamentale venire incontro alle esigenze di liquidità delle imprese che lavorano nel territorio e per il territorio, a vantaggio non solo dell’economia locale, ma degli importanti servizi resi a tutti i cittadini dall’Ente Provincia”.

“I tempi medi di pagamento della Provincia sono di 6 mesi: con questa convenzione si semplificano le operazioni di accesso al credito e si consente di superare vincoli bancari con anticipazioni fino a un anno. Dal settembre dello scorso anno ad oggi i crediti esigibili per spese in conto capitale ammontano a circa  €. 11 milioni; di questi 5,8 milioni sono già stati pagati e l’ammontare formalmente ceduto ammonta a circa €. 5 milioni. Il volume contabile effettivo è comunque superiore perché molti dei fornitori, già clienti delle banche, si rivolgono direttamente agli istituti chiedendo l’applicazione della convenzione. Un dato, quello riferito alle spese correnti, difficile da stimare ma che eleverà di molto il numero delle ditte che la potranno utilizzare, per altro già piuttosto elevato” ribadisce la dottoressa Delfina Pappadà, dirigente del settore amministrativo della Provincia

“Uno strumento molto utile, a costo zero per la comunità, che crea vantaggio a tutti i soggetti parte in causa: il creditore che incassa in 2,3 mesi la fattura, la Provincia che sostiene il tessuto produttivo del territorio senza nessuna spesa aggiuntiva, le banche messe in condizioni di anticipare i crediti e di farlo con tranquillità” hanno evidenziato Marco Lugli, capo area per Verbania della BPN e Dario Accetta, Direttore Territoriale della BPI-Veneto Banca.
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

03
ottobre
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login