home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
POLITICA LOCALE
VOLONTARIATO
Precedente  Successivo
 
31/05/2011Comune di Bra
 
 
LA “PRIMAVERA AFRICANA” SI SENTE ANCHE A BRA
 
Un centro sanitario realizzato in Benin con fondi regionali e comunali
 
Un centro sanitario intitolato al braidese san Giuseppe Benedetto Cottolengo, con all'ingresso lo stemma a doppia croce della città di Bra. Tutto attorno, nessuna acacia o tralci di vite tipicamente roerini, solo il paesaggio sub sahariano di Korobororou, nel comune di Parakou in Benin. Una delegazione della città della Zizzola ha visitato nei giorni scorsi l'importante realizzazione portata avanti grazie al contributo regionale e comunale del progetto “Primavera africana”, l'attività di cooperazione internazionale seguita da don Max Lafia, da poco tornato nel paese d'origine dopo esser stato per cinque anni parroco di Bandito, la più popolosa frazione di Bra. Per questo motivo, rappresentanti del mondo del volontariato, delle comunità parrocchiali e delle istituzionali sono partiti, a proprie spese, da Bra alla volta del Benin per accertarsi dello stato dei lavori e per partecipare alla cerimonia di inaugurazione, che ha coinvolto numerose autorità. Tra i partecipanti, l'assessore della città di Bra, Giovanni Fogliato, il presidente del consiglio comunale, Fabio Bailo, e il consigliere comunale delegato ai rapporti di gemellaggio, Lino Ferrero. “In cinque mesi è stato possibile completare un istituto così importante per i giovani e le famiglie di questo territorio. Per questo mi ha fatto molto piacere come gli sforzi fatti dall'Italia per sostenere l'iniziativa siano stati apprezzati e valorizzati, con il tricolore che ha campeggiato lungo l'intera cerimonia di inaugurazione” - ha dichiarato l'assessore Giovanni Fogliato. Che aggiunge: “E' stato un viaggio dal forte coinvolgimento emotivo e umano, in un paese povero ma dove si coglie davvero la voglia di riscatto, valorizzando istruzione e sanità, e si apprezza, pur in una realtà con diverse provenienze etniche e religiose, un forte attaccamento alla nazione e alle sue giovani istituzioni”. Gli amministratori locali hanno poi sottolineato la grande capacità organizzativa verificata in Benin nella gestione dei fondi e del materiale raccolto per allestire la struttura di accoglienza per cinquanta bambini, tanto che sono ipotizzate nuove iniziative per il futuro, creando un vero e proprio rapporto di gemellaggio tra Bra e la città dove don Max ora opera. Nuove iniziative che potranno usufruire di un nuovo contributo concesso dalla regione per 20.000 euro, cui se ne aggiungeranno 12.000 di fondi comunali. Il nuovo passo della “Primavera africana”  prevede interventi in tema di sviluppo agricolo e rurale, oltre a promuovere attività di auto imprenditoria, così come iniziative in materia di sicurezza alimentare e igienico-sanitaria indirizzata, in special modo, alle giovani mamme e per la lavorazione e la conservazione degli alimenti.
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

11
agosto
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login