home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CONSIGLIO COMUNALE Precedente  Successivo
 
05/04/2011Comune di Novi Ligure
 
 
CONSIGLIO COMUNALE DEL 4 APRILE
 
Approvato il Bilancio di Previsione 2011
 
Il Consiglio Comunale, riunitosi ieri sera, ha approvato il Bilancio di Previsione 2011. L’esito finale ha fatto registrare 12 voti favorevoli da parte della maggioranza, 2 astensioni (gruppo “X Novi Maria Rosa Porta”) e 5 voti contrari (gruppo Pdl ed i Consiglieri Giuseppe Dolcino e Francesco Sofio). Prima della discussione, è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno sulla riforma della sanità piemontese. Il documento è giunto in Aula dopo un passaggio in sede di Commissione competente che è servito ad elaborare un testo unitario e condiviso. In sintesi, il Consiglio Comunale novese esprime preoccupazione per la situazione che si va delineando, in particolare sulle problematiche relative alla gestione delle politiche socio-assistenziali, e chiede chiarimenti sul ruolo dell’Ospedale S. Giacomo nell’ambito della rete ospedaliera provinciale. Inoltre, si chiede l’istituzione di un tavolo provinciale permanente per rappresentare i bisogni del territorio novese. Per quanto riguarda il Bilancio, la Giunta comunale ha risposto ad alcune richieste di chiarimenti avanzate nel corso del dibattito. Il sostegno alla manovra è giunto dai banchi della maggioranza. Le dichiarazioni di voto dei Capi Gruppo e gli interventi dei singoli Consiglieri, seppur con sfumature diverse, hanno sottolineato lo sforzo compiuto nella riduzione delle spese di gestione dell’Ente, ottenuto senza intaccare i servizi essenziali per i cittadini e senza aumentare la pressione fiscale. Anche i Consiglieri di opposizione hanno sposato la linea del risparmio e del rigore, auspicando, nel contempo, che il processo di riorganizzazione della macchina comunale venga effettivamente tenuto sotto controllo. Alcune critiche sono state mosse alla tardiva applicazione delle politiche di risparmio come, ad esempio, la riduzione del 5% delle spese gestionali degli uffici e la riduzione delle spese relative alla gestione calore. Prima della votazione è intervenuto il Sindaco Lorenzo Robbiano che ha ribadito la sua preoccupazione per la situazione di difficoltà ed incertezza relativa alla finanza locale: «Anno dopo anno, per i Comuni è sempre più difficile far quadrare il bilancio. Di fatto – ha aggiunto Robbiano – sono gli Enti Locali che stanno pagando i debiti dello Stato e non penso che nel futuro la situazione migliorerà. A preoccupare è anche la limitata autonomia nelle politiche fiscali, di investimento e di governo del territorio. Un esempio è il federalismo patrimoniale, che a Novi viene applicato solo in teoria. l’Agenzia del Demanio, infatti, ha deciso di non inserire l’ex Caserma Giorgi tra gli immobili da trasferire al Comune in quanto l’intero complesso ospita la Caserma della Guardia di Finanza, ignorando il fatto che l’edificio, in realtà, è composto da varie parti indipendenti tra loro. Questo dimostra che gli organi centrali dello Stato non conoscono la reale situazione del territorio».
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

10
agosto
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login