home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
MEDICINA E SALUTE
ARTE E CULTURA - CONFERENZE
Precedente  Successivo
 
17/02/2011Azienda Ospedaliero Universitaria Molinette
 
 
NUMEROSE MALATTIE INFETTIVE PROVOCANO RIDUZIONE DELLA MASSA OSSEA CON UN CONSEGUENTE INCREMENTO DELLE FRATTURE
 
 
E' stato dimostrato che numerose e diffuse malattie infettive possono avere tra le loro devastanti conseguenze anche una sensibile riduzione della massa ossea ed un conseguente incremento di fratture. Tra queste particolare rilievo ha assunto negli ultimi anni l’infezione da HIV, responsabile dell’AIDS, che, anche a seguito della prolungata sopravvivenza dei pazienti e dei farmaci impiegati cronicamente per ottenerla, è frequentemente complicata da fratture ossee da fragilità, anche in pazienti di giovane età. In particolare, su 801 pazienti affetti da AIDS con un’età media di 36 anni, in più del 50% sono stati riscontrati carenti livelli di Vitamina D, che come è noto è di sostanziale importanza nel mantenere efficiente il tessuto osseo. Ma anche in un centinaio di bambini ed adolescenti con infezione da HIV è stata rilevata una massa ossea assai ridotta, probabilmente a causa di alcuni farmaci comunemente utilizzati nel controllo della malattia.
Inoltre anche altre patologie infettive come l’epatite C e la banale e diffusissima infezione gastrica da Helicobacter Pylori possono alla lunga indurre importanti modificazioni della struttura scheletrica. La causa di tale complicanza è multifattoriale, ma principalmente da ricercare nella maggiore produzione di molecole di tipo infiammatorio che presentano un effetto lesivo sull’osso.
La sempre maggior diffusione di queste infezioni nella popolazione generale e l’allungamento della spettanza di vita dei pazienti che ne sono affetti devono indurre a considerare attentamente i loro possibili effetti negativi sulle ossa e di conseguenza è necessario diagnosticare il più precocemente possibile questa complicanza  e se possibile trattarla adeguatamente.
Questi ed altri argomenti di ricerca clinica e di base verranno affrontati ed approfonditi durante il “FORUM in Bone & Mineral Research”, che terrà la sua decima edizione a Torino venerdì 18 e sabato 19 febbraio alle ore 14,30, presso la Scuola Universitaria di Biotecnologie (via Nizza 52), organizzato e presieduto dal professor Giancarlo Isaia (Direttore della Geriatria e Malattie Metaboliche dell’osso dell’Ospedale Molinette di Torino). Al convegno parteciperanno un centinaio di studiosi italiani, clinici e di base, che, come è caratteristica peculiare delle riunioni del FORUM, si confronteranno informalmente sui più moderni aspetti del metabolismo minerale.


L’Addetto Stampa
Pierpaolo Berra
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

05
dicembre
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login