home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ Precedente  Successivo
 
25/01/2011Città di Verbania
 
 
POSTI BARCA, «ALLE PROTESTE PREVALGA IL BUON SENSO»
 
 
«L’assegnazione dei posti barca a Pallanza è in fase di definizione e si farà senza penalizzare alcuno». L’assessore al Demanio idrico, Massimo Manzini, interviene sulla questione degli spazi sugli scivoli a lago di Pallanza che in questi giorni ha visto sollevare alcune critiche. «Premesso che il riordino dei posti barca e il relativo regime
normativo sono stati disposti dalla Regione nella precedente legislatura – spiega l’assessore – i nostri uffici hanno agito e agiscono nel rispetto delle norme con l’obiettivo di garantire a tutti gli stessi diritti. Proprio oggi è stata spedita agli
assegnatari pallanzesi una lettera in cui si comunica l’avvio del procedimento e si spiega come completare l’assegnazione».

Manzini ripercorre le tappe del processo di revisione: «Dalle foto aree abbiamo contato il numero di barche ormeggiare sugli scivoli, rilevandone 177 tra Suna e Pallanza. S’è poi proceduto ridisegnando quei posti barca e, proprio su indicazione
dei portavoce dei proprietari, stabilendo che alcuni fossero larghi un metro e mezzo e altri due, per far sì che ci stessero tutte le imbarcazioni, che hanno larghezze diverse. A Suna, dove si trovano 114 barche, questa assegnazione condivisa non ha
avuto problemi. A Pallanza, dove pure s’era parlato con i proprietari, ci sono state lamentele. Non si comprende come se prima in una riva ci stessero 63 imbarcazioni ora non ci possano starci le stesse nei medesimi spazi. E non è nemmeno logico
allargare gli spazi e perdere 10 posti. Se facessimo così, qualcuno dovrebbe andarsene. E come lo scegliamo?».

Manzini non condivide le critiche sulla larghezza massima dei posti. «Le barche risultano ravvicinate solo nei punti di massima larghezza, cioè al centro – sottolinea –. A prua e a poppa ci si può muovere e poi la barca deve essere calata in acqua, manovrandola dall’alto. Se il problema è la presenza di barche oltre i due metri di larghezza, c’è la possibilità di occupare due posti senza aggravio di costi perché la tariffa è a metro quadro. Ribadisco che le assegnazioni sono provvisorie e che si può rivederne la disposizione. Purtroppo nella richiesta c’è chi non ha indicato le dimensioni della barca. E c’è anche chi non ha nemmeno presentato domanda».

L’assessore conclude invitando le persone al dialogo: «Le proteste in sé non servono a niente. Chi ha problemi vada a parlarne con gli uffici che cercheranno di risolverli. Mi auguro che alcuni spiacevoli episodi di vandalismo, come la rimozione delle targhette dei posti barca, non siano riconducibili a questi problemi».
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

13
agosto
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login