home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
ECONOMIA E LAVORO Precedente  Successivo
 
14/01/2011Comune di Nichelino
 
 
ACCORDO PER ANTICIPO CASSA INTEGRAZIONE
 
 
Il Comune di Nichelino ha rinnovato gli accordi – protocollo d’intesa con la Banca di Credito Cooperativo di Casalgrasso e Sant’Albano di Stura e i sindacati Cgil, Cisl e Uil per l’anticipo della casa integrazione ai lavoratori nichelinesi delle aziende in difficoltà. Oggi, giovedì 13 gennaio 2011, sono stati firmati 2 protocolli.

Il primo prevede l’erogazione dell’anticipo della cassa integrazione in deroga ai lavoratori nichelinesi delle piccole e medie aziende in difficoltà. Le modalità sono quelle già in vigore per il protocollo firmato un anno fa. L'accordo prevede che la Banca di credito cooperativo anticipi il trattamento della cassa integrazione in deroga ai dipendenti (residenti in Nichelino) delle piccole e medie imprese in crisi prive della liquidità per pagare l'anticipo. La banca mette a disposizione un fondo di solidarietà rotativo valido per tutto il 2010 di 2 milioni di euro. Il numero massimo di mesi di anticipazione della Cigs per ogni dipendente è pari a 6, con un'anticipazione massima di 4200 euro (600 euro al mese). Il numero massimo di dipendenti che potranno accedere contestualmente all'anticipazione sarà di 450 lavoratori. L'anticipazione verrà accreditata mediante giroconto su un conto ordinario che il dipendente beneficiario dell'intervento dovrà aprire presso la banca. Il Comune di Nichelino si impegna ad aprire un fondo di garanzia del valore di 25mila euro. In caso di inadempimento del lavoratore beneficiario del finanziamento, a causa della mancata autorizzazione della cassa integrazione in deroga, la Banca trascorsi 60 giorni, potrà chiedere l'attivazione del fondo di garanzia comunale. Il Comune provvederà a pagare entro 30 giorni l'importo richiesto dall'istituto bancario. Il fondo di garanzia sarà sottoposto ad una fase di monitoraggio trimestrale: in caso di necessità (raggiungimento di una spesa di 20mila euro), il Comune si impegna a trovare ulteriori risorse fino al raggiungimento di 50mila euro.

Il secondo protocollo firmato da Comune, Banca di Credito Cooperativo di Casalgrasso e Sant’Albano di Stura e sindacati Cgil, Cisl e Uil prevede il prolungamento dell’accordo di anticipo della cassa integrazione specifico per l’azienda Liri, che è da agosto in amministrazione straordinaria. In questo caso la cassa potrà essere anticipata a tutti i lavoratori, anche quelli non nichelinesi. Ove l’Inps non provvedesse per qualsiasi motivo al pagamento della CIGS (cassa integrazione), il dipendente potrà provvedere alla restituzione della somma mediante un mutuo chirografario di anni 4 con rate mensili regolato ad un tasso pari al BCE maggiorato di punti 1,5.

Si tratta dell’estensione al 2011 dell’accordo firmato nel giugno 2010. Si prevede l’anticipazione fino a 4 mesi di cassa integrazione (visto che per i 3 già erogati nei mesi scorsi, la banca sta attendendo il rimborso Inps). Questi i punti salienti dell’accordo: 
Per i dipendenti Liri S.p.A. di Nichelino,  la Banca mette a disposizione, non esclusiva, un fondo di solidarietà al fine di provvedere all’anticipazione dei trattamenti in questione nel rispetto dei criteri e delle modalità di seguito previsti.
•     Valore medio dell’anticipazione del trattamento di CIGS per il dipendente = (in proporzione alle ore di cassa integrazione effettuate, fino ad un massimo mensile di 600,00 euro)
•     Mesi massimi di anticipazione per singolo dipendente = 4
•     Anticipazione massima per ogni dipendente = 2mila e 400 euro
2.    L’erogazione dell’anticipo sulla CIGS avverrà su un conto corrente dedicato ed intestato esclusivamente al lavoratore, che verrà aperto da ogni soggetto interessato, presso una filiale della Banca, previa sottoscrizione di quanto necessario per l’accredito da parte dell’ INPS su tale conto corrente del trattamento CIGS.
3.    Il conto corrente in parola sarà a spese ed interessi ZERO per tutto il periodo in cui il dipendente sarà in cassa integrazione e sarà chiuso, senza costo, successivamente all’accredito da parte dell’INPS dell’importo pari al corrispettivo anticipato dalla Banca al lavoratore. Per tutto il periodo l’imposta di bollo sarà a carico della Banca;
4.    L’anticipazione verrà accreditata mediante giroconto su un conto ordinario che il dipendente dovrà aprire presso la Banca. Il conto ordinario sarà completamente privo di spese (comprese le eventuali spese di chiusura). Tali condizioni verranno applicate per tutto il periodo in cui il dipendente sarà in cassa integrazione.
5.    L’anticipazione del trattamento di CIGS, come sopra calcolata, verrà erogata dalla Banca mese per mese, con accredito e valuta il 10 del mese successivo, fino al pagamento diretto da parte dell’INPS, fermo restando il limite massimo di 4 mesi.

Nichelino, gennaio 2011                                                                                          L’Ufficio Stampa
G. G.
   
Città di Nichelino – Ufficio Comunicazione – Antonio Infuso  – tel. 011 6819.570
 

Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3
Allegato 4
Allegato 5
Allegato 6

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

27
gennaio
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login