home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
POLITICA LOCALE Precedente  Successivo
 
15/01/2009Città di Rivalta di Torino
 
 
APPROVATO IL BILANCIO 2009 - NONOSTANTE LE DIFFICOLTÀ E I TAGLI DEL GOVERNO NON DIMINUISCONO I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI
 
 
Meno 233mila euro di spesa corrente: questa la cifra che il Comune di Rivalta ha dovuto tagliare nel bilancio 2009 – approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 gennaio scorso – rispetto a quanto aveva previsto nel 2008.
Non è stato facile né indolore, ma le scelte del governo di ridurre drasticamente i finanziamenti e di bloccare l'autonomia finanziaria ai comuni, hanno costretto l'Amministrazione a predisporre un bilancio non in linea con le proprie intenzioni. La scelta principale è stata quella di limitare al massimo le ricadute dirette sui cittadini: non si sono aumentate le tariffe dei servizi offerti alle famiglie (adeguamenti ISTAT a parte) – ad eccezione di un aggiornamento dello scuolabus a partire dal prossimo settembre – né diminuita la qualità, e non sono state ridotte le spese per le attività socio-assistenziali.
“Non c'è dubbio che avremmo voluto fare di più soprattutto in un momento così delicato”, commenta il Sindaco Amalia Neirotti. “Ciò che maggiormente mi preoccupa del 2009 è la prospettiva che il disagio sociale crescerà e noi saremo in difficoltà a offrire pari opportunità per tutti garantendo i servizi e la tenuta sociale. Mi preoccupa perché nonostante la gravità della situazione, le risorse assegnate ai comuni decrescono da un anno all'altro ed è impossibile disporre di nuove entrate. L'impegno che assumiamo è quello di monitorare costantemente la situazione e di destinare alle politiche sociali, nel corso dell'anno, tutte le risorse necessarie”. Da un punto di vista tecnico il bilancio 2009 registra un significativo aumento delle spese del personale (+140mila euro), dovuto essenzialmente al nuovo contratto di lavoro dei dipendenti pubblici, e di quelle relative alla gestione ordinaria degli edifici pubblici (+122mila euro). Per far fronte a queste maggiori spese si è intervenuti con una riduzione di 50mila euro per la manutenzione del verde pubblico, compensata con maggiori spese per investimento, e una contrazione di 100mila euro nelle spese di funzionamento degli uffici pubblici, ottenuta essenzialmente grazie al riassetto dell'Ufficio Tecnico e della Polizia Municipale.
Purtroppo, per garantire un ulteriore risparmio di oltre 100mila euro, si è dovuto ridurre il budget dei fondi destinati alla cultura, all'associazionismo, all'educazione ambientale e alla promozione del commercio. “Nonostante questa previsione iniziale – sostiene il Sindaco – nel 2009 non faremo mancare il nostro sostegno all'associazionismo e alla cultura: due settori molto importanti che garantiscono servizi ed opportunità a tanti rivaltesi, giovani e meno giovani”.
Ma il 2009, così come l'anno appena passato, sarà caratterizzato dalla conclusione e dall'avvio di una notevole quantità di opere pubbliche. Segnaliamo circa un milione di euro di interventi di manutenzione straordinaria sugli edifici scolastici, in particolare sui tetti di alcune scuole che saranno dotati anche di nuovi impianti fotovoltaici; la prosecuzione della riqualificazione del centro storico per altri 650 mila euro; l'inizio dei lavori nel Gerbolano in via Giaveno, l'avvio delle opere di riqualificazione straordinaria dei quartieri Pasta e Tetti Francesi. E il 2009 sarà anche l'anno di nuove ed importanti progettazioni: la più significativa riguarderà Tetti Francesi. L'Amministrazione ha deciso di partecipare ai nuovi Contratti di Quartiere, forte del lavoro svolto insieme a tanti cittadini sull'area delle ex Casermette. Ma le progettazioni e gli interventi di recupero riguarderanno anche e soprattutto l'interno di Tetti Francesi (illuminazione, marciapiedi, aree sportive, piazze, ecc.). Sarà un lavoro che verrà costruito insieme alle associazioni, alla scuola, alla parrocchia e a tutti gli abitanti del quartiere. “Sarà – conclude il primo cittadino – una grande occasione di riscatto e di rilancio per un quartiere che è nato forse troppo in fretta. Se lo merita la gente che ha costruito e lavorato in tutti questi anni per fare di Tetti un quartiere ospitale e generoso.”
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

16
luglio
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login