home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
TURISMO - ALTRE ATTRATTIVITÀ Precedente  Successivo
 
08/01/2021giornalista Laura Genovese
 
 
FONTEVERDE RIAPRE L'8 GENNAIO IN TUTTO IL SUO SPLENDORE
 
 
Fonteverde, l'esclusivo resort termale di Italian Hospitality Collection a San Casciano dei Bagni, nella Toscana senese, riapre l'8 gennaio con una veste completamente rinnovata, a seguito di un imponente progetto di ristrutturazione che ha riguardato tutti gli ambienti: le camere, gli spazi comuni, la Spa. L'hotel 5 stelle, residenza rinascimentale del Granduca Ferdinando I de' Medici, affiliato a The Leading Hotels of the World, torna a splendere e ad accogliere i suoi ospiti in un palazzo ricco di fascino e di storia, in cui lo stile dell'ospitalità italiana si coniuga con un'esperienza di benessere unica, grazie alla presenza di un parco termale di 5 mila metri quadri.

Il progetto di ristrutturazione è firmato Garibaldi Architects, studio milanese specializzato in interior design per il settore dell'ospitalità, la cui cifra stilistica si caratterizza per il rispetto della storia dei luoghi e l'indagine tecnica congiunta alla funzione dello spazio, creando ambienti eleganti e sobri in un dialogo tra passato e presente. Questo è avvenuto anche per Fonteverde: gli architetti sono infatti partiti dall'immagine della residenza con le sue antiche acque termali quale tappa fissa del Grand Tour per declinarla con nuovi elementi valorizzanti, in dialogo costante con gli spazi architettonicamente preesistenti.

“Siamo molto orgogliosi di potervi mostrare tutta la bellezza del nostro gioiello appena rinnovato, ancor di più in questo periodo storico”, dichiara Marcello Cicalò - Direttore Operativo di Italian Hospitality Collection. “E' un grande segnale di ripresa che IHC e i suoi azionisti hanno voluto dare per questo 2021. Stiamo tutt'ora lavorando su diversi altri progetti per dare il nostro contributo a riattivare con slancio il comparto alberghiero di alta gamma. Siamo entusiasti del progetto che è stato messo a punto dallo studio Garibaldi Architects che ha permesso di valorizzare questo luogo ricco di storia vocato all'ospitalità”. Conclude Cicalò: “Non vediamo l'ora di riaccogliere i nostri ospiti l'8 gennaio in quella che è un'oasi di pace e un vero paradiso del benessere, in uno degli scenari più belli della Toscana”.
“Fonteverde accoglie da sempre una clientela colta e raffinata, amante del bello – afferma il General Manager dell'hotel Antonello del Regno – per cui sono certo che questo progetto piacerà moltissimo ai nostri ospiti”. “Tutti gli spazi sono diventati ancor più funzionali e accoglienti, dalle camere alle aree bar e ristorante fino al centro termale, per soddisfare ancor di più le esigenze di comfort, privacy e relax” - conclude Del Regno.
Nel ripristino dell'atmosfera originale e dello stile sobrio toscano fatto di muri bianchi, cotto, lesene in pietra ed elementi strutturali a vista, è stata studiata una palette di progetto che ha ritrovato il bianco declinato in avorio, il grigio della pietra serena declinato in grigio tortora, il colore del cotto e della terra nei rivestimenti in pelle e negli imbottiti.

La Storia
Il progetto non poteva che partire dalla storia della grande famiglia dei Medici, dal palazzo che il Granduca volle far sorgere su una fonte termale, come omaggio al potere rigenerante dell'acqua. Nell'area reception i ritratti del Gran Principe Ferdinando, quello della moglie Cristina di Lorena e del figlio Cosimo II fanno parte di un'ampia collezione d'arte antica esposta a Fonteverde ed accolgono gli ospiti sulla soglia immergendoli nella storia ricca di fascino del palazzo. Una seconda collezione, di dimensioni più piccole con i ritratti della scuola fiorentina, crea lo sfondo dell'area reception valorizzata con una nuova carta da parati verde scuro e disegni in oro broccato. I quadri di gusto settecentesco sono tutti ritratti con fondo scuro e il nuovo progetto di lighting valorizza sia le opere che la quinta di sfondo del bancone reception, a sua volta impreziosito da un nuovo rivestimento di marmo verde. Nei corridoi i quadri e gli elementi strutturali emergono nuovamente nella loro bellezza dallo sfondo reso uniforme con due uniche declinazioni dell'avorio e del grigio, uniformando il percorso di accesso alle camere e valorizzando la collezione presente. Le incisioni, le mappe geografiche e i mobili del XVII e del XIX secolo sono stati ricollocati all'interno delle camere e dei percorsi, valorizzando i pezzi antichi, ripensati in modo più scenografico e contemporaneo.
Le camere hanno subito una trasformazione radicale che ne ha cambiato l'atmosfera rendendole più sobrie nei colori e nello stile. Lo spazio gioca sulle illusioni e la rifrazione della luce naturale, gli specchi laterali incorniciati sopra i comodini ampliano la percezione dello spazio. La testata del letto modanata è caratterizzata da una fascia nera, così come i tappeti e le tende giocate sull'elegante contrasto bianco e nero prendendo ispirazione dalle modanature dei palazzi toscani e dalle fasce bicolore delle chiese di Firenze e Siena ove tutto è netto, disegnato e ben definito. Nella cornice centrale sopra la testata del letto la nuova carta da parati è incorniciata come nelle scene di caccia dei palazzi, dove è rappresentata la natura con temi floreali, qui declinati nei toni dei grigi e dei neri. Nelle stanze si respira la luce e la freschezza degli ambienti e i nuovi arredi hanno forme morbide, alcuni più contemporanei e altri più in linea con la tradizione toscana.
Nelle Suite, sempre diverse per forme e dimensioni e dove spesso la componente storica prevale, la testata del letto diventa più importante e ampia, derivata e ispirata alla tradizione della conciatura delle pelli toscane, nelle forme arrotondate delle selle e nel colore testa di moro. Gli antichi scrittoi e i salotti le completano, dialogando con pezzi di arredo che regalano agli ambianti classici uno stile senza tempo.
Nel ristorante Ferdinando I, con il loggiato dal quale si gode di una vista privilegiata sulle colline della Val d'Orcia, la sala è stata ripensata come una orangerie dove gli spazi sono scanditi da grandi finestre e pieni di luce naturale. I nuovi lampadari in paglia di Vienna, le poltroncine rosa cipria, le antiche sedie rinnovate e il dialogo con il verde esterno fanno di questo luogo un ambiente eclettico scandito dal ritmo dalle volte a crociera. Il bar Il Falconiere è stato completamente ri-arredato con una nuova zona lounge sempre nel segno del design classico dove i tessuti pregiati, il piping degli imbottiti e i nuovi tendaggi ridisegnano gli ambienti. Anche la sala colazioni è stata rinnovata con nuove sedute in faggio naturale, ed è stata resa più luminosa e decorata secondo lo stile provenzale con i toni dell'azzurro ceruleo.
Cuore pulsante del progetto è il rinnovo della SPA. Si accede alla zona termale avvolti da un'atmosfera suggestiva per cui le uniche guide sono le lanterne e le nicchie dorate che valorizzano l'antica collezione di reperti archeologici tutelata dalla Soprintendenza. Le pareti e i pavimenti del nuovo progetto sono stati smaterializzati con un total brown. Attraversata questa zona di decompressione che collega l'hotel alla zona termale, si è accolti nella luce e gli ambienti con arredi dai colori chiari sono caratterizzati da nuovi portali che dividono funzionalmente le aree dei trattamenti. La collezione medicea delle carte disegnate a matita è stata radunata su un'unica parete valorizzandone così l'importanza e lo stato di conservazione delle opere. La zona relax, completamente ripensata, ospita il nuovo punto ristoro Juice bar più contemporaneo negli arredi, dove l'attenzione alla qualità dei valori nutrizionali insieme all'acqua termale e alle sue qualità benefiche fanno di Fonteverde una location dove la parola Salus Per Aquam trova il suo significato pieno.
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

28
ottobre
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login