home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
TURISMO - VINO E SAPORI
TURISMO - ALTRE ATTRATTIVITÀ
Precedente  Successivo
 
05/06/2019Adriana Cesarò - Giornalista
 
 
EXPLORING PERÙ ..NON FARTELA SOLO RACCONTARE…UNA MAGICA UNIONE PERUVIANA
 
“Exploring Perù… non fartela solo raccontare…” si può soltanto aggiungere “Degusta ed apprezza le delizie del Perù”.
 


Martedì, 4 giugno 2019, al Cookin' Factory di Claudia Fraschini, si è svolta una bellissima presentazione delle tradizioni del Perù, nell'ambito dell'evento “Exploring Perù… non fartela solo raccontare…” si può soltanto aggiungere “Degusta ed apprezza le delizie del Perù”.

L'evento è stato organizzato dal Consolato Generale del Perù di Torino e, con il sostegno dell'Ufficio Commerciale del Perù in Italia. Ideato da Miguel Bustinza e Patricia Trujillo del ristorante Vele Un Perù, e con la più importante casa editrice italiana EDT che pubblica la guida Loney Planet.

Ad accogliere gli ospiti il Console Generale del Perù a Torino, César Jordán Palomino, accanto alla consorte Consuelo Carbajal. Un evento da ricordare nel tempo e nel gusto del Perù.

Tantissimi gli intervenuti, italiani e peruviani, che in una cordiale unione, hanno potuto seguire la presentazione della cultura, del turismo e di moltissimi prodotti come il Pisco, il Caffè del Perù, iTierra Premium Blend, offerto da Lavazza.

Una ricca esposizione di prodotti freschi peruviani, presentati dallo sponsor “Docks Cash&Carry”, hanno incuriosito gli ospiti. Tutti i sapori della gastronomia peruviana è stata degustata durante un raffinato buffet, preparato dai ristoranti Made in Peru, Mijuna Wasi, Revolucion Caliente e Vale un Perù”.

I ristoratori hanno accompagnato gli ospiti nel vivo della tradizione gastronomica peruviana che comprendeva delizie come: Cancha (mais Andino fritto), Ceviche (pesce ombrina crudo e aromi), Solterito de quinoa (quinoa rossa e bianca, mais choclo, fave, olive), Escabeche de pescado (branzino fritto, peperoncino essiccato e altri aromi), Empanadas (mezzelune farcite con pollo), ravioli di Lomo Saltato realizzati dallo sponsor Pastificio Reale, Opoca (patate lesse con salsa di formaggio), Causa (patate e polipo), Chips di platano e manioca, Alfajor dolce. Grande contribuzione dello sponsor Il Forno dell'Angolo.

Miguel Bustinza e Patricia Trujillo, da anni lavorano sul territorio per far conoscere la cultura e la gastronomia peruviana a Torino. Tutti i piatti degustati sono stati preparati dai ristoranti peruviani, dislocati nel territorio piemontese. I ristoratori hanno contribuito, sia economicamente che culturalmente alla buona riuscita della serata.

Durante tutta la serata è stato possibile degustare vari cocktail, esclusivamente preparati con il Pisco Lunas Acholado 100% Perù, presentato dal produttore Fausto Talledo. Tra i vari cocktail i più importanti, conosciuti e degustati sono stati, il Pisco Sour e il Capitán (la cui preparazione ha unito due prodotti importanti il Pisco, Bandiera del Perù e il Vermouth del Piemonte).

“In primo luogo, desidero ringraziare tutti Voi per la vostra numerosa presenza, particolarmente alle autorità che hanno voluto onorarci in questa sera. Nello stesso modo, un ringraziamento speciale va ai nostri sponsor, la cui generosità ha reso possibile questa bella serata: Cooking Factory, OcexMilan EDT, Pisco Lunas, Docks Cash and Carry, Lavazza, Autocrocetta BMW, Il Tucano, Il Forno del'Angolo, Pastificio Reale, EsPerTo, Club Libertad Torino – ha detto il Console César Jordán Palomino - Ma devo fare un grandissimo e speciale ringraziamento ai ristoratori che, con grande impegno, hanno reso possibile che la nostra serata fosse ricca di sapori peruviani: Made in Peru, Mijuna Wasi, Revolución Caliente e Vale un Perù. Insieme hanno dato il meglio della ricca gastronomia peruviana ma soprattutto hanno dato il messaggio che è possibile lavorare insieme per il Perù. Importante l'annuncio della creazione di un'associazione tra ristoranti peruviani. Un ringraziamento allo chef Andrea Larossa per lo show cooking ed ai Bartender Carlotta Linzalata e Michele Marzella (Affini) per lo show mixing con prodotti peruviani, mostrandoci la loro grande capacità e creatività. Voglio finire con un prodotto che mi aspetto godrete in abbondanza, il nobile Pisco che ha radici storiche e naturali, (monopolio spagnolo del vino e fotosintesi dell'uva) il sole in una bottiglia, un distillato di grande qualità. Ringrazio mia moglie Consuelo per le sue idee e il suo impegno e, tutte le persone coinvolte in questo progetto.” ha concluso il Console César Jordán Palomino.

Tra le personalità presenti, Marco Giusta, tra le varie cariche di assessore si occupa del Coordinamento Politiche per la multiculturalità e per l'integrazione dei nuovi cittadini; Gladys Torres Urday, fondatrice dell'Associazione “Las Damas del Pisco”; Amora Carbajal, responsabile dell'ufficio commerciale peruviano in Italia; Angelo Pittro, direttore marketing commerciale di Lonely Planet Italia; Marco Fedele, Food Event Manager Consulente.
Presenti i giovani peruviani dell'associazione ResPeTo (Estudiantes Peruanos en Torino).

Coinvolgente l'esibizione della danza “Marinera e Zapateo Norteño” con i fratelli Leonardo e Alessandro Ramos ed Hana Herrera, ballerini del Club Libertad Torino. La danza ricorda il corteggiamento tra innamorati.

Lo spettacolo è continuato con uno show cooking, dello chef Andrea Larossa (Stella Michelin), dell'omonimo ristorante sito nella città di Alba, che ha preparato dei gustosi ravioli a base di lucuma, frutto peruviano che si usa prevalentemente nella preparazione di dolci.
Interessante lo show mixing della brava barmaid, Carlotta Linzalata che, ha creato il cocktail “Andina Express” ricco di Pisco Lunas, frutto annona, coriandolo, amarillo e decorato con foglie di banano. Una delizia che ha estasiato i presenti.

Di seguito l'esibizione di Michele Marzella bartender di Affini, locale di San Salvario di Torino, che ha realizzato il cocktail “Tigre Sour” a base di Pisco Lunas, aglio nero fermentato, coriandolo, sciroppo di zenzero, lime e canapa del Canavese. Un curioso mix di bontà.
Ogni ospite ha ricevuto una borsa ricordo con tante informazioni turistiche de “Il Tucano” e altre sorprese, come il libro di Martin Morales “Ceviche” Cucina Peruviana, con ricche illustrazioni dei piatti più ricercati e golosi.

Qualche accenno di storia del Perù.
Il Perù è un grande paese con un'estensione di 1,2 milioni km2. Situato in una posizione speciale, zona subtropicale ma mare freddo e catena montuosa delle Ande con più di 6000 metri. Diversità di altezze, diversità di climi, biodiversità. Grande varietà e disponibilità di prodotti. Ad esempio più di 3500 varietà commestibili e 7000 conosciute, solo di patate. L'insieme di una grande varietà di culture che si incrociano. 5.000 anni di culture precolombiane, l'incontro con la cultura spagnola europea, a sua volta diffusa in 800 anni di contatto arabo, e in seguito, con la migrazione italiana dalla metà del diciannovesimo secolo e del dopo guerra, si aggiunge l'influenza cinese e giapponese. Il Perù presenta quindi una grande diversità di attrazioni naturali e culturali. Ci sono spiagge, montagne, foreste, piramidi nel deserto e nelle foreste, città in montagna vicino alla foresta, che si chiama Machu Picchu. Città coloniali, stili barocchi, arabi e neoclassici, nonché città moderne. Lima con oltre 10 milioni di abitanti. Queste espressioni culturali e la grande varietà di offerta turistica includono la gastronomia. Tutte queste influenze e varietà di prodotti si manifestano in migliaia di piatti tipici e una meritata posizione tra le cinque migliori cucine del mondo. Il cibo andino e i suoi prodotti rinascono con il condimento e gli ingredienti portati dall'Europa e dall'Asia e l'influenza delle nuove culture che il Perù riceve. Anche nel modo di preparare l'unca pachamanca, Aguadito, secco, saltato, addensato, ecc. e la trasformazione del prodotto, fecola di patata (chuño). Solo per dare un esempio di questa varietà senza fine, in Perù non esiste il concetto di ristorante cinese. Lo chiamiamo Chifa e fanno parte della nostra cultura gastronomica. Ci sono più di 5000 chifas solo a Lima. Anche se oggi c'è molto amore per la cucina giapponese originale, i peruviani sono stati anche abituati da molti anni ad un altro prodotto culturale che è la cucina Nikkei.





 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

24
giugno
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login