home piemontepress servizi perche' aderire promotori testate la forza lavoro contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
POLITICA LOCALE
ARTE E CULTURA - CONFERENZE
Precedente  Successivo
 
12/03/2017Centro Pannunzio
 
Sabato 18 marzo alle ore 17 nella sede del Centro Pannunzio, Sala “Sergio Pininfarina” in via M. Vittoria 35 H a Torino:
 
SALVEMINI E ROSSI, LA LORO LEZIONE MORALE E CIVILE: DALLA GRANDE GUERRA ALL'ITALIA REPUBBLICANA
 
A 60 anni dalla morte di Gaetano Salvemini e a 50 da quella di Ernesto Rossi, due personaggi-chiave della cultura laica, ambedue collaboratori de "Il Mondo" di Pannunzio, Pier Franco QUAGLIENI ne ricorderà le figure.
 


Sabato 18 marzo alle ore 17 nella sede del Centro Pannunzio, Sala “Sergio Pininfarina” (via Maria Vittoria 35 H, Torino), a 60 anni dalla morte di Gaetano Salvemini e a 50 da quella di Ernesto Rossi, due personaggi-chiave della cultura laica, ambedue collaboratori de "Il Mondo" di Mario Pannunzio, Pier Franco QUAGLIENI ne ricorderà le figure con una lezione storica sul tema “SALVEMINI E ROSSI, LA LORO LEZIONE MORALE E CIVILE: DALLA GRANDE GUERRA ALL'ITALIA REPUBBLICANA”.
Gaetano Salvemini nacque a Molfetta nel 1873, si laureò a Firenze nel 1896. Insegnò storia dapprima a Messina e successivamente all'Università di Pisa e di Firenze. Nel 1914 fu interventista, partecipò alla guerra come volontario, e nel 1919 fu eletto deputato. Antifascista, nel 1925 fu tra i firmatari del Manifesto degli intellettuali antifascisti di Benedetto Croce. Tra i padri di “Giustizia e Libertà”, fu in esilio in Francia, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Tornato in Italia nel 1949 riprese l'insegnamento all'Università
di Firenze e continuò il suo impegno civile ispirandosi ad una visione laica della vita.
Ernesto Rossi nacque a Caserta nel 1897 e, non ancora diciannovenne, partecipò volontario alla prima guerra mondiale.
Nel dopoguerra collaborò per un breve periodo al “Popolo d'Italia” diretto da Mussolini da cui si allontanò avendo, in quel periodo, conosciuto Gaetano Salvemini, il maestro di una vita; con Carlo Rosselli fu tra i fondatori del giornale clandestino “Non Mollare”. Arrestato nel 1930, fu incarcerato per nove anni e poi per quattro anni fu al confino all'isola di Ventotene dove incontrò Altiero Spinelli con il quale scrisse il famoso Manifesto Europeista. Nel dopoguerra iniziò la sua collaborazione a “Il Mondo” che continuerà ininterrotta per tredici anni fino al 1962.
 

Vai all'evento

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

30
aprile
tasto
tasto
karon

img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon Comunicazione & Marketing

Home

Contatti

Login