home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
SPETTACOLI - TEATRO
ARTE E CULTURA - LETTURE
Precedente  Successivo
 
24/01/2017Lo Scoprinetwork
 
 
NEL CASTELLO DI VIRLE SI RIVIVE LA SHOAH ATTRAVERSO I RICORDI DI UN'EX DEPORTATA
 
 


VIRLE PIEMONTE (TO), 27 gennaio 2016 – Immedesimarsi nell'altro, anche solo per un'ora. Sentendo il freddo che taglia la faccia. In fila, ad ascoltare. Immedesimarsi per non dimenticare. In occasione della Giornata della Memoria venerdì 27 gennaio alle 21 andrà in scena nel giardino del Castello di Virle (ex Istituto San Vincenzo De' Paoli di Via Birago 4) lo spettacolo teatrale “Ho sognato la cioccolata”, basato sul romanzo di Trudi Birger – biologa e scrittrice tedesca dal sangue ebreo e miracolosamente scampata dai campi di sterminio.

Testi e regia sono di Ivano Arena, che si occupa di teatro da oltre venticinque anni. Il cast è formato da Martina Costa, Elisa Scarpina, Vanessa Vanzetti, Adriele Chiango, Enrico Gili e Mattia De Monte con la partecipazione straordinaria di Valentina Veratrini, attrice professionista che interpreterà la “Trudi-donna”, aprendo e chiudendo lo spettacolo con monologhi emotivamente intensi.

Tra musiche e colori, i teatranti indosseranno abiti minuziosamente curati: «La mia è una provocazione – spiega Ivano Arena – dettata da una grande passione per il teatro popolare, perché non è facile recitare a due-tre gradi sotto lo zero. Replichiamo questo spettacolo a quasi tre anni di distanza. Nel 2014 aveva riscosso un buon successo».

All'epoca rientrava in un programma didattico e i protagonisti erano ragazzi e ragazze delle scuole medie. Oggi gli interpreti invece hanno tra i trenta e i quarant'anni e molta esperienza nel mondo teatrale. «Il nostro adattamento andrà al di là del romanzo – anticipa Arena – Ci saranno aneddoti e testimonianze che rievocheranno gli anni della Shoah. Al termine ci sarà anche una sorpresa per il pubblico. Sicuramente gradita».

Quaranta minuti intensi e toccanti: «Ho avuto modo di girare in tutti i migliori teatri del Piemonte – continua – e ho capito che per lasciare il segno nella gente è necessario proporre spettacoli che non superino i settanta/ottanta minuti, cosicché resti alta l'attenzione e il pubblico si immedesimi nella messa in scena. Credo che “Ho sognato la cioccolata” sia il miglior modo per commemorare una tragedia simile».
 


ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

06
dicembre
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login