home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
ARTE E CULTURA - MUSEI
ARTE E CULTURA - CONFERENZE
Precedente  Successivo
 
16/09/2010Comune di Boca
 
Celebrazioni Unità d'Italia 1861-2011 (Comune di Boca - Ass.Dimore Storiche Italiane)
 
CESARE COBIANCHI: UN PATRIOTA A BOCA
 
Rievocazione storica del Risorgimento in onore di Cesare Cobianchi
 
Per le celebrazioni del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, si apre l'iniziativa –Viaggio risorgimentale in Piemonte-,organizzata dall'Associazione Dimore Storiche Italiane. Il viaggio parte da Boca (No), a Casa Cobianchi dove sabato 18 e domenica 19, viene ricordato Cesare Cobianchi,avvocato e benefattore, che fu comandante della Guardia Nazionale di Casale Monferrato durante la Prima guerra d'Indipendenza. Sabato 18, alle 17, nel parco comunale si terrà una rievocazione storica con tende e soldati in divisa risorgimentale organizzata dal Comune di Boca. Ma chi era Cesare Cobianchi?
Nasce a Intra nel 1811, da un ramo della distinta famiglia Cobianchi che nel 1800 ha dato uomini egregi nella giurisprudenza, nell'industria e delle opere sociali. Uomini che si sono distinti anche per l'impegno patriottico nelle guerre risorgimentali.
Cesare si laurea in “utroque jure” a Torino. Si trasferisce a Casale Monferrato dove svolge la professione di avvocato e di giudice di Corte d'Appello. Sposa la vedova Carolina Ganora, di Casale Monferrato, dalla quale ha due figli: Maria e Vittore, ambasciatore e ministro del Regno d'Italia. Muore a Casale Monferrato nel 1867.
Nel 1849 a Casale Monferrato, Cesare Cobianchi, in qualità di colonnello della Guardia Nazionale dirige e rinsalda un solo reggimento e pochi profughi contro le truppe austriache del maresciallo von Wimpffen, che incalzano i piemontesi dopo la sconfitta di Novara. Lo stesso 23 marzo, gli austriaci sono accolti a Casale da cannonate, sparate dalla guarnigione cittadina. Nonostante i ripetuti attacchi, Casale non cede: è infatti la notizia dell'armistizio a porre fine alle ostilità. Cesare è eletto deputato ad Acqui e Intra nelle legislature II e VI.
Casale Monferrato, tra le città "Benemerite del Risorgimento nazionale", è stata decorata con Medaglia d'Oro per le azioni altamente patriottiche compiute dalla cittadinanza nell'assedio del 23, 24 e 25 marzo 1849 e a Cesare Cobianchi ha intitolato una via cittadina.
A Boca, in provincia di Novara, Cesare amplia, la dimora di famiglia costruendo una nuova ala di pretta impronta ottocentesca. Alla sua morte lascia un'importante rendita annuale all'Opera Pia per i malati di Boca e per la dote di due ragazze bisognose del paese .
Nel 1882 il Comune di Boca gli dedica la via principale dell'abitato e nel 1884 appone sulla facciata principale della casa una lapide a ricordo.
 

Allegato 1

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

30
novembre
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login