home piemontepress perche' aderire promotori testate la forza contatti
LoginRegistrati
Home Karon Home
karon
karon




 
CRONACA E ATTUALITÀ
SPETTACOLI - MUSICA
Precedente  Successivo
 
22/02/2014Adriana Cesarò - Giornalista
 
 
ROCCO HUNT IL RAPPER SALERNITANO VINCE IL 64° FESTIVAL DI SANREMO – SEZIONE NUOVE PROPOSTE
 
Zibba vince il Premio della Critica “Mia Martini” Sezione Nuove Proposte con la canzone “ Senza di te”. Doppia premiazione perché si è meritato anche il Premio Radio-TV-Web della sala stampa “Lucio Dalla”
 
Rocco Hunt si aggiudica la vittoria del 64° Festival di Sanremo – Sezione Nuove Proposte con la canzone “Nu juorno buono”, Premio Luzzati Regione Liguria. Il 19enne salernitano (Rocco Pagliarulo), nel pomeriggio di venerdì, presso la sala stampa “Lucio Dalla” al Palafiori, ha ricevuto il “Premio Assomusica”, conferitogli dall'Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo. Il rapper salernitano, con il suo pezzo rap impegnativo, ripercorre musicalmente, l'aspetto popolare e caratteristico della sua terra, la terra dei fuochi. “I premi ricevuti li dedico alla Campania, terra del sole e non dei fuochi” ha espresso il vincitore.
Zibba vince il Premio della Critica “Mia Martini” Sezione Nuove Proposte con la canzone “ Senza di te”. Doppia premiazione perché si è meritato anche il Premio Radio-TV-Web della sala stampa “Lucio Dalla”, sempre Sezione Nuove Proposte. Un meritato riconoscimento, in quanto, da oltre 10 anni il cantante ligure, si avvale di grandi collaborazioni con artisti, nazionali ed internazionali.
Altra premiazione al bravissimo Renzo Rubino che ha ricevuto da Mauro Pagani, il Premio per il Miglior Arrangiamento.
Gli ospiti della serata finale saranno: Maurizio Crozza (alias Renzi e il nuovo governo), Claudia Cardinale, il cantautore Stromae e ritorna sul palco Luciano Ligabue.
Ma cosa è successo nella quarta serata del Festival.
Marco Mengoni apre la quarta serata con una bellissima interpretazione di “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo.
Iniziano le sorprese, Fabio Fazio annuncia che il brano del cantante Riccardo Sinigallia è stato escluso, quindi, la gara continuerà con tredici cantanti.
I primi ad esibirsi, nella serata dedicata ai cantautori, i Perturbazione insieme a Violante Placido nel brano “La donna cannone” di Francesco De Gregori. Sul palco a sorprendere i presentatori ricevono la visita di Diabolik nelle vesti del direttore d'orchestra Peppe Vessicchio che, dovrà dirigere Francesco Sàrcina, in veste di batterista, l'attore Riccardo Scamarcio con il brano “Diavolo in me” del 1989 di Zucchero. Una bella interpretazione e, come sempre avviene fin dalla prima serata, si apprezza ciò che appartiene al passato. Terza interpretazione con Frankie HI-NRG e Fiorella Mannoia che cantano “Boogie” di Paolo Conte del 1981. Oltre a cantare, gli interpreti si divertono a ballare.
Arriva il momento di presentare la Giuria di qualità, che sono presenti in platea. Il compito viene affidato al presidente Paola Virzì. I giurati sono: Silvia Avallone, Paolo Jannacci, Piero Maranghi, Aldo Nove, Lucia Ocone, Silvio Orlando, Rocco Tanica, Anna Tifu e Giorgia Surina.
Ritorna la kermesse con Noemi, un brano di Ivano Fossati del 1978 “La costruzione di un amore”, pezzo interpretato dalla grande Mia Martini, che Noemi ha ricordato.
Fabio Fazio annuncia una grave notizia, Francesco Di Giacomo, voce solista del “Banco del Mutuo Soccorso”, fenomeno musicale degli anni '70, è morto in un incidente stradale presso Zagarolo Roma.
Si riprende con Francesco Renga con kekko dei Modà, eseguono un brano di Edoardo Bennato del 1973, “Un giorno credi”.
E' il momento della magia con l'intramontabile e bravo Silvan che, prova a rimpicciolire con una cassa magica, Luciana Littizzetto che urla “basta, mi sento già Brunetta”.
Sul palco è il turno di Ron, accompagnato dal chitarrista Maurizio Pica, canta “Cara” una canzone di Lucio Dalla del 1980.
La canzone “Cuccurucucu” di Franco Battiato del 1981, viene eseguita da Arisa insieme a WhoMadeWho. Un'interpretazione rallentata ma gradevole, stile Arisa.
Ospite, Gino Paoli che, al pianoforte, attacca con “ Vedrai vedrai” di Luigi Tenco. Ma prosegue con “Il nostro concerto” di Umberto Bindi. Gino Paoli canta Gino Paoli con “Il cielo in una stanza”.
E' arrivato il momento della gara finale dei quattro giovani delle nuove proposte. Il televoto deciderà chi tra: Diodato, Zibba, The Niro e Rocco Hunt, si aggiudicherà la vittoria di questa 64° edizione del Festival. L'ospite Luca Zingaretti propone il monologo “bellezza” di Peppino Impastato per poi proseguire il dialogo con Fabio su “Il giudice meschino”.
Fabio Fazio e Luciano Littizzetto, chiamano sul palco Riccardo Sinigallia che, molto emozionato si scusa e ringrazia e accetta il verdetto, senza avvalersi del diritto di ricorso entro le 24 ore.
Fazio propone al cantante l'esibizione per la serata e per la finale, ripresentandosi sul palco ma fuori concorso. L'esibizione dei big ricomincia con il bravissimo Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots eseguono il brano di Domenico Modugno “Nel blu dipinto di blu” del 1958. Si prosegue con Cristiano De Andrè che esegue “verranno a chiederti del nostro amore”, brano di suo padre del 1973. Applausi anche da tutti i giornalisti in sala stampa.
Su palco arrivano Renzo Rubino con Simona Molinari per cantare insieme “Non arrossire”, un brano del 1960 del grande Giorgio Gaber, un pezzo di storia della canzone che l'interprete ama proporre nei suoi concerti.
Un omaggio ad Aldo Fabrizi con il brano “Lulù”, eseguito dal bravo Enrico Brignano.
Un balletto, non ballato di Luciana Littizzetto, apre nuovamente la gara con Giusy Ferreri che canta, insieme ad Alessandro Haber, il brano “Il mare d'inverno” del 1983 di Enrico Ruggeri. Alessio Boni ne ha recitato il testo.
Si continua con Antonella Ruggiero con il gruppo di musicisti DigiEnsemble Berlin, insieme interpretano “Una miniera” dei New Trolls del 1970.
Giuliano Palma con l'orchestra del fratello Giuliano Palma, ha interpretato un bel arrangiamento della canzone di Pino Daniele “I say i'sto' cca” del 1980.
Ultimo ma non ultimo, Riccardo Sinigallia si esibisce con il brano di Claudio Lolli del 1976 “Ho visto anche degli zingari felici”, insieme a Marina Rei, Paola Turci e Laura Arzilli.
Il super ospite Paolo Nutini accenna “Caruso” , accompagnandosi con la chitarra per poi passare alle canzoni “Candy” e il suo nuovo disco “Scream” .
Adriana Cesarò
vedere altre foto negli allegati di Zibba e Rocco Hunt
 

Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3

ISCRIVITI

LAVORA CON NOI

LOGIN



agenda eventi

19
agosto
tasto
tasto
karon

Facebook Google RSS



img
Iscriviti alla newsletter per ricevere settimanalmente la segnalazione degli eventi nelle provincie di tuo interesse

   

Cerca i comuni delle province del Piemonte
   

Cerca le biblioteche del Piemonte
   

PiemontePress ti consiglia


Spread Firefox Affiliate Button Adobe Acrobat Reader

ricerca comunicati

Titolo
Testo
Promotore
Argomento
Provincia
Comune
Data inizio
Data fine
   

 

 

 


Cerca le cantine del Piemonte
   

MEDIA PARTNER

rete biella La Gazzetta del Canavese
L'Eco del Chisone L'Eco Mese
Primaradio Radio Juke Box
Telemonterosa Radio Valle Belbo
La Pancalera

 

© Karon srl

Home

Contatti

Login